Sconfitta di misura e discorso qualificazione apertissimo in vista del match di ritorno. Può sintetizzarsi così l’esordio della Diaz nei playoff del campionato nazionale cadetto. Opposta al PalaCampagna di Bernalda ad un’avversaria altrettanto agguerrita e determinata, la compagine biancorossa ha esordito negli spareggi promozione con uno stop per 4-3 in fondo ad una gara scoppiettante.

Nella prima frazione, a dispetto della maggiore mole di gioco prodotta dai biscegliesi, è stato il Bernalda a capitalizzare le occasioni in ripartenze per giungere all’intervallo in vantaggio. Viceversa, nella ripresa, i lucani hanno esercitato un maggiore possesso lasciando però spazi importanti al quintetto di mister Di Chiano, abile ad andare a segno tre volte (autogol, Sellak e Iodice).

“E’ stata una sfida molto bella, incorniciata da un pubblico caloroso ma al tempo stesso corretto, alla stessa stregua dell’accoglienza molto cordiale del Bernalda – sottolinea il presidente della Diaz, Giuseppe Cortellino – . Insomma, un vero spot per la nostra disciplina. Spiace soltanto per le due frettolose espulsioni ai danni dei nostri due calcettisti Tarantino e D’Elisa che ci costringeranno a rotazioni meno profonde nella sfida di ritorno, in programma sabato prossimo al PalaDolmen. Ad ogni modo il verdetto è tutto da scrivere e chiunque sarà chiamato in causa saprà sudare la maglia e ce la metterà tutta affinché la Diaz possa proseguire l’avventura nei playoff”.

In base al regolamento, i biancorossi passerebbe il turno in caso di vittoria con almeno due reti di scarto nell’arco dei 40′ regolamentari. Qualora la Diaz chiudesse i 40′ con un solo gol di vantaggio si andrebbe ai tempi supplementari, in fondo ai quali – se dovesse permanere tale situazione – sarebbero i biscegliesi a qualificarsi in virtù del miglior piazzamento rispetto al Bernalda nella regular season.