Tutto in 40 minuti, a patto che siano sufficienti. Sarà un autentico spareggio, quello in programma al Pala Arti grafiche Reggiani di Ozzano, per i Lions Bisceglie, impegnati nell’ultimo turno della stagione regolare del girone B di Serie B Nazionale Old Wild West. Domenica 21 aprile, con palla a due alle 18 su tutti i campi, si giocherà per definire le posizioni in classifica. La compagine allenata da Agostino Origlio mira al dodicesimo successo che le consentirebbe, al netto di tutti i calcoli, di acquisire il vantaggio del fattore campo già nel primo turno degli spareggi salvezza. Un’occasione che il team non vuole lasciarsi sfuggire.
I NERAZZURRI
Gli applausi, meritatissimi, per l’ottima prova sfoderata nella gara interna con San Severo hanno fatto molto bene al morale del gruppo, che ha acquisito sempre maggiore fiducia e consapevolezza in queste ultime settimane e vuole continuare a crescere. La tappa conclusiva (di 34) dell’estenuante campionato affrontato su e giù per l’Italia è un’opportunità da cogliere: Fontana e compagni, vincendo, affiancherebbero e scavalcherebbero gli avversari in virtù del 2-0 negli scontri diretti, prendendosi come minimo il 15esimo posto. La posta in palio sarà rilevante e lo si è compreso benissimo in queste giornate, caratterizzate da un’eccellente intensità negli allenamenti. Saranno in tanti, seppure a distanza, a tifare per i Lions davanti allo schermo allestito, come di consueto, negli spazi interni del PalaDolmen.
IL PREGARA DI COACH ORIGLIO
«Siamo perfettamente consapevoli del fatto che questa partita sia un crocevia per la composizione della griglia playout: sappiamo che piazzarsi quanto più in alto può avere una certa valenza che di certo non ti garantirebbe nulla di sicuro anche se è chiaro che avere il fattore campo può essere un elemento importante in chiave salvezza. Affronteremo una squadra in salute come testimoniato dalle loro ultime tre vittorie consecutive, ottenute su Imola e Ruvo in casa e a Roseto, con prove di assoluta solidità e una media di 86.7 punti realizzati nonostante l’assenza di Alessandro Piazza. Dovremo tenere bene a mente diversi focus per esprimerci al loro attuale livello: sporcare le percentuali al tiro, non concedere punti facili ed essere equilibrati in attacco.
L’ammirevole prestazione corale contro San Severo ci ha dato una bella spinta tecnica ed emotiva, che la squadra spero possa sfruttare anche domenica. Dobbiamo ancora gestire gli infortuni, non è stata una settimana semplice sotto questo punto di vista ma i miei giocatori hanno dimostrato che attraversando le difficoltà e restando uniti si possono ottenere grandi risultati».
GLI AVVERSARI
Un ruolino di marcia complessivo di 12 vittorie su 33 gare, un fattore campo prevalente (9 successi a fronte di 7 stop interni) e una striscia aperta di tre affermazioni consecutive. Queste le credenziali con cui Ozzano si presenterà all’ultimo “ballo” della stagione regolare. Il club emiliano ha cambiato allenatore a inizio novembre, con l’esonero di Gabriele Giuliani (bilancio 1-5) al quale è subentrato Augusto Conti (11-16). L’inserimento in corso d’opera del pivot Giacomo Filippini, in uscita da Jesi, ha irrobustito l’organico. Il miglior realizzatore resta l’esperta ala Riccardo Cortese (14.3 punti di media), mentre il 2004 Lionel Abega (13.1) è senza dubbio uno dei giovani più interessanti dell’intero torneo. Il 22enne Costantino Bechi (12 punti e 3 assist per gara) affianca il veterano Piazza in cabina di regìa.
ARBITRI E UFFICIALI DI CAMPO
Il match sarà arbitrato da Luca Rezzoagli di Rapallo (Genova) e Andrea Manganiello di San Giorgio del Sannio (Benevento). Il tavolo degli ufficiali sarà composto da Alessio Pio Ottaviano di Santarcangelo di Romagna (segnapunti), Erica Bertoni di Forlimpopoli (cronometrista) e Sara Severi di Faenza (addetta ai 24”).