Vittoria esterna pesantissima e quarto posto in classifica sempre più consolidato. La Virtus Bisceglie ha espugnato l’ostico campo di Minervino Murge centrando il dodicesimo successo stagionale nel girone A di Prima categoria. I biancazzurri di mister Maffucci, ancora sotto di due reti ad un quarto d’ora dal termine, si sono prodotti in un’esaltante rimonta. Gara complicata per il collettivo biscegliese: un beffardo tirocross di Bojang, al 22’, ha regalato il vantaggio ai padroni di casa. Reazione ospite poco produttiva e proteste, sul finire di tempo, per un contatto in area che ha coinvolto Papagni, sul quale l’arbitro ha lasciato proseguire. Raddoppio murgiano firmato ancora da Bojang al 73’ con un’inzuccata a risolvere una mischia sugli sviluppi di un calcio piazzato dalla trequarti. Tutt’altro che domi, i biancazzurri sono riusciti a dimezzare lo svantaggio al 76’ grazie a un preciso rasoterra di Mattia Di Franco, messo a tu per tu con il portiere. Il forcing della Virtus è stato premiato all’83’ quando una punizione velenosa di Ferrante è stata deviata da un difensore del Minervino nella propria porta. L’espulsione per somma di ammonizioni di un calciatore avversario ha ulteriormente incoraggiato la compagine biscegliese, che ha dato vita ad un autentico assalto trovando il sospirato gol vittoria al 91’ con Di Franco, servito da una sponda di Difrancesco: bolide imprendibile all’incrocio e grande gioia per tutto il cast biancazzurro. Sono 9, adesso, i punti di vantaggio rispetto al quinto posto mentre restano 6 le lunghezze da recuperare rispetto alla piazza d’onore.