Eccellente debutto di Andrea Pellegrino nelle qualificazioni del torneo ATP 500 di Rio de Janeiro (Rio Open, terra rossa). Grazie ad una prestazione in crescendo, il tennista biscegliese che a marzo compirà 27 anni (attuale n. 156 del ranking mondiale) si è imposto in rimonta sul talentuoso argentino Thiago Agustin Tirante, classe 2001, quest’ultimo a ridosso della top 100. Per Pellegrino si tratta della prima vittoria nel 2024 nonché del primo successo in carriera a livello di ATP 500, benché ottenuto nel tabellone cadetto.

Dopo un approccio alla sfida decisamente difficile, certificato dal 6/1 con cui Tirante si è aggiudicato il primo set, l’azzurro ha elevato parecchio il livello del proprio gioco nel secondo parziale, vinto col punteggio di 6/4 in virtù dei break conseguiti nel quinto e nel settimo game (ininfluente quello messo a segno dal sudamericano nel sesto). Senza storia il terzo e decisivo set, con Pellegrino capace di strappare la battuta all’avversario (a zero) già nel game d’apertura, preludio all’autorevole 6/1 con cui ha chiuso definitivamente l’incontro all’alba delle due ore di gioco.

Intanto oggi, con inizio fissato alle 16.00 (le 20.00 italiane), Pellegrino incrocerà l’altro giocatore albiceleste Francisco Comesana (23enne, n. 119 al mondo) nella sfida decisiva per l’accesso al main draw del prestigioso torneo brasiliano.